“Carosello. Pubblicità e Televisione” a Parma dal 7 settembre all’8 dicembre

3 letture
mostra carosello parma

La mostra “Carosello. Pubblicità e televisione” a Parma, appuntamento alla Fondazione Magnani Rocca dal 7 settembre all’8 dicembre.

Questa mostra segue l’evoluzione della storia della grafica pubblicitaria e del manifesto attraverso i lavori di grandi designer come Armando Testa, Erberto Carboni, Raymond Savignac, Giancarlo Iliprandi, Pino Tovaglia, affiancandola a un nuovo media – la televisione – che con Carosello mosse i primi passi nel mondo della pubblicità.

Il visitatore troverà tantissimi manifesti, bozzetti e schizzi di quel periodo e scoprirà l’unicità e l’innovazione degli inserti pubblicitari di Carosello, vincolati al tempo a rigide regole di novità e lunghezza. Si scoprirà così l’universo dei personaggi animati che sono nati con la televisione, come “La Linea” di Osvaldo Cavandoli, “Re Artù” di Marco Biassoni, “Calimero” di Pagot o “Angelino” di Paul Campani, fino alla moltitudine di personaggi nati dalla matita di Gino Gavioli.

Bozzetti, schizzi, rodovetri, storyboard sono gli elementi a complemento della serie di cartoni animati presentati in mostra a cui si aggiungono gli inserti pubblicitari in cui sono protagonisti i più importanti cantanti dell’epoca, da Mina (Barilla) a Frank Sinatra, da Patty Pravo a Ornella Vanoni e Gianni Morandi, attori come Totò, Alberto Sordi, Virna Lisi, Vittorio Gassman, registi come Luciano Emmer, Mauro Bolognini, Ettore Scola, i fratelli Taviani, e personaggi televisivi come Mike Bongiorno, Pippo Baudo, Raffella Carrà, Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.

Orari: da martedì a venerdì dalle 10 alle 18 (la biglietteria chiude alle 17.00); sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19 (la biglietteria chiude alle 18). Aperto anche l’1 novembre e l’8 dicembre. Il giorno di chiusura è il lunedì.

Prezzi: il biglietto intero costa 12 €, il ridotto per gruppi di almeno 20 persone 10 €, quello per le scuole 5 €.

Per saperne di più su questo mostra visitate il sito della Fondazione Magnani Rocca. Per scoprire altri eventi come questo, invece, andate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

If you agree to these terms, please click here.