dipingere con le patate

Cosa poter fare con i vostri bambini nelle giornate in cui dobbiamo stare a casa? Sia in una banale giornata di pioggia o sia per l’emergenza sanitaria del Covid-19 il tempo passato in casa con i più piccoli richiede ingegno, allegria e fantasia.

Qui trovate alcune idee che potrete replicare con facilità e se vorrete potrete condividere le vostre inviandoci una mail a eventiinemiliaromagna@gmail.com, noi le pubblicheremo per arricchire questa piccola rubrica che è nata grazie all’aiuto delle mie preziose amiche e dei loro piccoli!

  • BAMBOLINE FAI DA TE

Creatività alla mano per realizzare fantastiche bamboline “fatte in casa!”. Procuratevi delle bottiglie di plastica vuote (non troppo grandi) e capovolgetele. Trovate poi indumenti vecchi che non usate più, calze calzini, nastri bottoni, pezzi di stoffa. Non dovranno mancare forbici e colla.

Avvolgente la bottiglia nel calzino e mettete un fiocco o un nastro più o meno a due terzi così che si delimiti la testa e la parte inferiore cada morbida come una gonna. A questo punto decorate a piacimento con capelli, cappelli, occhi, e tutto quello che serve per rendere speciali i vostri personaggi!

(Grazie a Claudia e Giulia)

  • I TARALLINI

E qui facciamo felici gradi e piccini! Tutti in cucina a preparare i taralli pugliesi, non ce ne vogliano gli esperti, faremo il possibile per rendere omaggio a questa prelibatezza 😉

Ingredienti: 310gr di farina 00, 70ml di olio extra vergine di oliva, 100 ml di acqua, 8gr di sale (potete poi, se volete aggiungere l’aroma che volete).

Versate tutti gli ingredienti in una ciotola e via, impastate fino a che non ne uscirà fuori un panetto liscio. A questo punto formate dei lombrichi che poi chiuderete alle due estremità così per dare forma al tarallo!

Infornare a 200° per 30 minuti e leccatevi i baffi!

(Grazie a Francesca, Lapo e Mattia)

  • BIRILLI

Birilli fatti in casa! Prima di tutto procuratevi una pallina, di qualsiasi tipo e mettetela da pare. Dopo di che prendete alcuni barattoli vuoti di latta (conservateli mentre cucinate), oppure usate i rotoli della carta igienica.

Preparate delle strisce di carta alte e lunghe in maniera tale da poterle poi posizionare sui barattoli e fissare con della colla o scotck (quello che avete!). Colorate le strisce carta a piacimento con animali, lettere o numeri (in quest’ultimo caso potrete tenere la conta!).  A questo punto il gioco è fatto, disponete i birilli ad una distanza giusta e iniziate il gioco!

(Grazie a Benedetta, Martina e Alice)

  • PASTA DI SALE 

pasta di sale 2 La pasta di sale è un po’ come il pongo, è nel cuore di tutti noi e diciamo la verità… non vedevamo l’oro di avere una scusa per rimetterci all’opera. Ingredienti: una tazza di sale, una di farina e una di acqua. Unendo gli ingredienti si formerà un panetto morbido che i piccoli potranno lavorare e per creare tutto quello che vorranno. Per dare un po’ di colore basterà aggiungere all’acqua un pizzico di tempera per creare così panetti di vario colore.

Ed ecco qui un tirannosauro e una torta. Il gioco può essere ancor più carino se, come in questo caso, i personaggi vengono creati a seguito di una lettura di una storia dalla quale trarre spunto per il gioco (“L’amico del piccolo tirannosauro” di Florence Seyvos e Anais Vaugelade)! La pasta di sale dovrà essere lasciata seccare in forno a 50-60 gradi e poi lasciata raffreddare.

(Grazie a Francesca e a Lapo)

  • DIPINGERE CON LE PATATE

dipingere con le patate

Un modo alternativo per creare disegni meravigliosi su carta, magliette, tende… sì tende, ricordo ancora la creazione fatta alle elementari quando le maestre ci fecero dipingere le tende della classe con questo metodo. Meravigliose!

Prendete tante patate quanti colori a tempera volete utilizzare. Tagliatele in due e create delle forme scavando e modellando la patate (servirà un coltellino per voi genitori) in base allo stampo che volete realizzare. In alternativa poggiate una formina sulla patata e con il coltello andate a definire i contorni in modo che rimanga solo la forma sopraelevata rispetto al resto della patata. Potete creare moltissime forme semplicemente intagliando la superficie, qualche esempio? Fiori, cuori, stelle, forme della frutta tipo  mele, oppure i rami degli alberi con la prima metà della patata e le foglie del ramo con la seconda metà. Insomma chi pùi ne ha più ne metta e largo alla fantasia!

(Grazie a Claudia e Mattia)

  • LE TAGLIATELLE! 

tagliatellecon i bambini

In cucina possiamo dare il meglio! Impastare, ritagliare e alla fine anche mangiare con le tagliatelle fatte in case. Bastano pochi ingredienti (per 4 persone): 400 g farina, 4 uova e il sale. Unite gli ingredienti e iniziate a lavorarli, appena sarà possibile lavorate con le mani. Create una pallina, avvolgetela nella carta trasparente e lasciate riposare per 30 minuti. Dopo di che su un piano di lavoro stendete la pasta sottile e ritagliate le vostre tagliatelle (chissà forse nei prossimi giorni ci proverò anche io, lo vedrete, nel caso, nella rubrica di ricette!)

I bimbi possono aiutarvi in tutte le fasi, dal rompere le uova nella farina, nell’impastare ma anche nel ritagliare le tagliatelle se aiutati da un adulto! E poi, tutti a tavola!

(Grazie a Claudia e Giulia)

  • TRAVASARE CHE PASSIONE

gioco dei travasiTravasare non è un gioco, è una vera e propria passione! Gli “attrezzi” da mettere a disposizione sono innanzitutto tante ciotoline colorate, piattini, bicchieri, cucchiai e mestoli.

Il gioco ha inizio: se avete la possibilità di stare in terrazza, oppure in giardino e la temperatura lo permette, sicuramente l’acqua è il primo ingrediente da utilizzare per renderli felici. Se invece siamo in casa meglio tentare con farine, ceci e fagioli o pasta di vario tipo. Potete travasare qualsiasi cosa con consistenze diverse che renderanno il gioco più divertente e stimolante!  Come spesso accade le attività più semplici sono le migliori 😉

(Grazie a Laura e Niccolò)

  • IL SETACCIO

setacciare i ceciNascondiamo, mescoliamo e setacciamo! Un gioco semplice per passare del tempo divertendosi. Serviranno soltanto della farina, un mucchietto ceci secchi (o altro che possa essere nascosto nella farina) e un setaccio o un colino con fori piccoli. Mescoliamo farina e ceci in un recipiente e poi versiamo il contenuto nel setaccio e scopriamo quanti ceci riusciamo a ritrovare! Per rendere il gioco più curioso possiamo nascondere anche due o tre elementi diversi da recuperare!

(Grazie a Giulia e Andrea)

  • IL RE E IL SUO REAME 

IL RE E IL SU REAME Creatività allo sbaraglio! Il Re e il suo reame è il titolo di quel che potrebbe sembrare un quadro. Tempere alla mano, due rotoli di carta igienica e se avete la possibilità raccogliete in giardino i frutti dei cipressi, detti in toscano ‘bacoccole’ oppure usate semplicemente noci, nocciole o simili. Prima di tutto costruiamo il volto del Re col primo rotolo di carta igienica colorandolo a piacimento. Con il secondo rotolo, oppure con un pezzo di carta, andiamo a creare la corona colorandola e realizzando gli smerli per poi posizionarla come copricapo. Potete usare la colla oppure poggiarla ad incastro. E adesso sotto con il reame, colorate ogni suddito con il colore che più preferire immaginando siano questi cavalieri, dame o giullari!

(Grazie a Claudia e Mattia)

  • BARCHETTE IN ALTO MARE

barchetteFlotte galleggianti e bandiere al vento con noci, carta e pongo! Mamma e papà dovranno aprire a metà le noci e scavare con un coltellino fino a lasciare solo il guscio vuoto. Nel frattempo i bimbi potranno dedicarsi a creare e colorare le vele che saranno poi incollate su di uno stuzzicadenti. Con del pongo create delle piccole palline che andrete poi a posizionare al centro della noce. Issate la vela avendo prima cura di piantare l’albero maestro all’interno della pallina di pongo. A questo punto riempite una bacinella di acqua e fate salpare in mare le vostre barchette ma attenti ai pirati!

(Grazie a Ilaria, Alessandro, Giorgia e Eleonora) 

  • IL RITMO DEI COLORI 

pasta colorataPasta, tempera, pennelli, filo e fantasia per giocare al ritmo dei colori oppure per creare una splendida collana! Scegliete la pasta che preferire purché sia bucata per farci passare il filo. Scegliete tre o quattro colori e dipingete la pasta. Una volta asciutta potete creare una collana con un’esplosione di colori a piacere oppure decidere di comporre un ritmo: “rosso, blu, verde, rosso, blu, verde”!

La collana deve essere rigorosamente indossata per l’ora di cena 😉

(Grazie a Claudia e Giulia)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.