Tre serie tv che vi consigliamo di vedere: Modern Love, The Sinner, La verità sul caso Harry Quebert

Modern Love – Amazon Prime Video, 1 stagione (2019), 8 episodi, vm 16

Titolo originale: Modern Love Prod: Usa 2019 Diretta da: John Carney, Tom Hall, Sharon Horgan, Emmy Rossum Cast: Anne Hathaway, Andy Garcia, Tina Fey, Dev Patel, Catherine Keener.

Basata su una rubrica settimanale di successo apparsa sul «New York Times», questa serie tv è una vera e propria perla non solo per gli inguaribili romantici, ma per tutti coloro che almeno una volta nella vita hanno provato un sentimento di amore, e per amore non si intende solo quello per un partner, anzi. Qui si scandagliano varie esperienze: l’amore fraterno, l’amore tra genitori e figli, l’amore platonico, l’affetto che nasce in un’amicizia profonda, anch’essa una sublime forma d’amore. Tra gli episodi più significativi segnaliamo il primo dal titolo “Quando il portiere è il tuo migliore amico”, il secondo (“Quando cupido è una giornalista indiscreta”), il terzo (“Prendimi come sono, chiunque io sia”) e l’ultimo (“La corsa diventa più dolce vicino all’ultimo giro”), che vi regalerà delle emozionanti sorprese.

The Sinner – Netflix, II stagione (2020), 8 episodi, vm 14

Titolo originale: The Sinner Prod: Usa 2020 Creata da: Derek Simonds Cast: Bill Pullman, Carrie Coon, Natalie Paul, Hannah Gross, Elisha Henig, Tracy Letts, Antonio Campos

La seconda stagione di The Sinner non ha collegamenti rilevanti con la prima, pertanto può essere guardata anche se non si è avuto ancora occasione di vedere la precedente (anche se lo consigliamo). Ciò che le due stagioni hanno in comune è il protagonista, Harry Ambrose, uno schivo detective dal passato tormentoso. In questa stagione il detective è chiamato a investigare sull’assassinio di un’insolita coppia per mano di un ragazzino di nome Julian. Il contesto in cui si svolge l’azione è una piccola realtà della provincia americana, talvolta terreno fertile per discriminazioni di vario tipo e per scarso avanzamento socio-culturale. In questo panorama si descrivono anche le ambiguità e manie di una setta che si è stanziata a Mosswood. La particolarità della sceneggiatura di questa serie (sia la prima che la seconda stagione) sta nel fatto che lo spettatore conosce fin sa subito il colpevole, ma si indaga sul movente: ed è proprio questo a rappresentare il mistero e il motore narrativo della vicenda.

La verità sul caso Harry Quebert –disponibile su Sky Box Sets, 1 stagione (2019), 10 episodi, T

Titolo originale: The Truth about the Harry Quebert Affair Prod: Usa, 2019 Diretta da: Jean-Jacques Annaud Cast: Patrick Dempsey, Ben Schnetzer, Damon Wayans Jr., Kriestine Froseth, Kurt Fuller, Victoria Clark, Wayne Knight, Don Harvey.

Basata sull’omonimo best sellers di Joël Dicker (2012), che vi suggeriamo di aggiungere alla vostra lista di libri da leggere, questa miniserie ha un ulteriore punto di forza oltre al plot, ovvero la regia. Quando gli estimatori del romanzo hanno saputo che a dirigere la seria sarebbe stato il grande Annaud (Il nome della rosa, L’orso, Sette anni in Tibet), si sono tranquillizzati perché sappiamo bene quanta delusione e frustrazione può provare un lettore a vedere trasposta un’opera letteraria in un cattivo film o in un cattivo prodotto televisivo. Si era addirittura vociferato che Ron Howard fosse in trattative per farne un film, ma il progetto non è andato in porto, e forse è stato meglio così perché il respiro che la serie televisiva ha potuto dare alla vicenda non sarebbe stato lo stesso in una pellicola cinematografica. L’azione infatti è abbastanza complessa da riassumere, sia per i tre diversi livelli spazio-temporali, sia per i numerosi colpi di scena. Accenniamo brevemente parte della trama: accecato dal successo, Marcus Goldman, un giovane scrittore in crisi creativa, si reca nella casa sul mare del suo vecchio insegnante del college, Harry Quebert, scrittore anch’esso di fama internazionale. La stima reciproca e l’amicizia fraterna viene minata nel momento in cui nel giardino di Harry vengono scoperti i resti di Nola, ragazza scomparsa molti anni fa dalla cittadina del New Hampshire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.